COVID 19: LA NON OBBLIGATORIETÀ DEL VACCINO

Il tema delle vaccinazioni é abbastanza complesso e non può essere affrontato solo dal punto di vista giuridico.


La domanda che si pone costantemente però, riguarda proprio la possibilità di rendere il vaccino obbligatorio. Questa scelta vede contrapposte 2 scuole di pensiero di chi, da una parte, ritiene che l'interesse della collettività sia da tutelare sempre e comunque, e dall'altra, di chi sostiene che il diritto dell'individuo abbia la precedenza.


Questo porta ad un continuo bilanciamento tra individuale e generale che è sicuramente fonte di riflessione.

Vediamo le ragioni di entrambe.

Se partiamo dal presupposto che non esiste mai un farmaco che esclude i rischi nella loro totalità , e che quindi non può mai essere garantita la completa assenza di conseguenze a seguito della somministrazione del vaccino, dobbiamo però pensare alla tutela dell'interesse collettivo di cui lo Stato deve farsi carico. Ciò, ad esempio, già avviene nel caso della somministrazione del vaccino obbligatorio nei minori fino a 16 anni di età che viene giustificato da un calo importante della porzione di popolazione vaccinata e dal rilevante rischio di conseguenze preoccupanti.


Per bilanciare quindi il diritto dell'individuo alla propria dignità e libertà sancito dalla Costituzione, si deve comunque pensare che la scelta di trascurare la propria salute può in alcuni casi portare ad una danno serio e ad alto rischio di trasmissibilità verso altri esseri umani.


La nostra conclusione perciò volge a favore della obbligatorietà della somministrazione del vaccino, soprattutto in uno scenario pandemico di questa portata, disposta comunque da una legge, per tutelare in questo modo le fasce di popolazione più a rischio per ragioni lavorative, personale sanitario, operatori pubblici, personale della scuola o di età, come gli anziani.


Lo Stato deve farsi carico di salvaguardare il bene collettivo senza mai dimenticare i diritti del singolo:ecco perché sarebbe opportuno predisporre un'adeguata copertura in caso di danni derivanti dalla somministrazione del vaccino.


#vaccino #covid #vaccinoobbligatorio #dirittoallasalute